“Paola Pivi: Museo d’arte con vista” al Bass Museum, Miami Beach

Paola Pivi:Art with a view, October 13, 2018 –March10, 2019, The Bass. Photography by Attilio Maranzano. Image courtesy the artist and The Bass.

Paola Pivi:Art with a view, October 13, 2018 –March10, 2019, The Bass. Photography by Attilio Maranzano. Image courtesy the artist and The Bass.

Paola Pivi:Art with a view, October 13, 2018 –March10, 2019, The Bass. Photography by Attilio Maranzano. Image courtesy the artist and The Bass.

Paola Pivi:Art with a view, October 13, 2018 –March10, 2019, The Bass. Photography by Attilio Maranzano. Image courtesy the artist and The Bass.

Paola Pivi:Art with a view, October 13, 2018 –March10, 2019, The Bass. Photography by Attilio Maranzano. Image courtesy the artist and The Bass.

#4-Paola Pivi: What goes round - art comes round, 2010 24 fake fur rugs. Dimensions according to the space/Courtesy Galerie Perrotin

Paola Pivi,"Yee-Haw" 2015, Photo: Hugo Glendinning, Courtesy Galerie Perrotin

Paola Pivi, "How I Roll" 1999, Photo: Attilio Maranzano, Courtesy Galerie Perrotin

Trulli
Paola Pivi:Art with a view, October 13, 2018 –March10, 2019, The Bass. Photography by Attilio Maranzano. Image courtesy the artist and The Bass.
Trulli
Paola Pivi:Art with a view, October 13, 2018 –March10, 2019, The Bass. Photography by Attilio Maranzano. Image courtesy the artist and The Bass.
Trulli
Paola Pivi:Art with a view, October 13, 2018 –March10, 2019, The Bass. Photography by Attilio Maranzano. Image courtesy the artist and The Bass.
Trulli
Trulli
Paola Pivi:Art with a view, October 13, 2018 –March10, 2019, The Bass. Photography by Attilio Maranzano. Image courtesy the artist and The Bass.
Trulli
Trulli
Paola Pivi:Art with a view, October 13, 2018 –March10, 2019, The Bass. Photography by Attilio Maranzano. Image courtesy the artist and The Bass.
Trulli
Trulli
#4-Paola Pivi: What goes round - art comes round, 2010 24 fake fur rugs. Dimensions according to the space/Courtesy Galerie Perrotin
Trulli
Paola Pivi,"Yee-Haw" 2015, Photo: Hugo Glendinning, Courtesy Galerie Perrotin
Trulli
Paola Pivi, "How I Roll" 1999, Photo: Attilio Maranzano, Courtesy Galerie Perrotin

#MIAMI Paola Pivi, attualmente in mostra al nuovo Bass Museum di Miami, è un’artista libera e impegnata che sa lasciare ricordi indelebili nella nostra memoria collettiva attraverso le sue opere spesso monumentali.

Ricordiamo così questo G-91, un piccolo caccia capovolto posto all’ingresso del Padiglione Italia durante la Biennale di Venezia 99 e che ha indubbiamente permesso all’Italia di vincere l’ambito Leone d’Oro per il miglior padiglione nazionale. Oppure, nel 2015, questa convocazione di una squadra di purosangue al primo piano della Torre Eiffel. Invitata dall’ereditiera Eiffel, cavaliere emerito, in occasione del Longines Paris Eiffel Jumping, ha eseguito una performance improbabile e piena della libertà che la firma. Ha fissato la presenza senza precedenti di questi cavalli su magnifiche immagini presentate alla galleria Perrotin.

Ma oggi sono i suoi orsi polari ricoperti di piume colorate, rosa, rosse e gialle che si stagliano, si arrampicano sulle pareti, passeggiano con disinvoltura attraverso le superbe sale del Bass, recentemente rinnovate, che sono state gioiosamente riscoperte l’anno scorso in occasione di Miami Art Basel, i volumi e gli effetti di luce durante la mostra dedicata a Ugo Rondinone.

Ogni sua opera è una riflessione a lungo termine, una lenta infusione che ci apre a un’interpretazione, un’appropriazione di simboli culturali, in modo istintivo. Nel 1997, ha imposto i suoi interrogativi e ha raccolto sfide sperimentali, dal rovesciamento di un camion a grandezza naturale alla composizione di una scultura umana di un centinaio di cinesi che solleva la questione dell’identità individuale così come è concepita in Occidente.

Ed è l’istinto che lo anima e gli permette di vivere appieno la sua arte. Un’arte che pratica con oggetti o persone della vita quotidiana ma la cui composizione è carica di una grande poesia visiva e che senza dubbio suscita la nostra curiosità.

Una mostra da non perdere a Miami Art Basel e visibile fino a marzo 2010.

Da notare che la galleria Perrotin presenterà durante Miami Art Basel l’opera “What goes round-Art comes round” di Paola Pivi accanto a pezzi di ván Argote, Daniel Arsham, Hernan Bas, Sophie Calle, Wim Delvoye, Jens Fänge, Bernard Frize,gimhongsok, Laurent Grasso, Zach Harris, Hans Hartung, Thilo Heinzmann, John Henderson, Leslie Hewitt, Gregor Hildebrandt, Bharti Kher, Lee Bae, Julio Le Parc, MADSAKI, Fahrad Moshiri, Gabriel de la Mora, Takashi Murakami, Jean-Michel Othoniel, Paola Pivi, Claire Tabouret,Gabriel Rico, Claude Rutault, Cinga Samson, Park Seo-Bo, Aya Takano, Xavier Veilhan e Pieter Vermeersch.

 

Il Museo d’arte del basso
2100 Collins Avenue
Miami Beach, FL 33139
305. 673. 7530

 

Galleria Perrotin

Cabina D24

Arte Basilea Miami Beach

6-9 dicembre 2018

1901 Azionamento del centro congressi

Miami Beach, Florida

Orario di apertura:Giovedì: 15:00 – 20:00Venerdì, sabato: 12:00 – 20:00Sabato: 12pm – 18pm

Lili Tisseyre

Giornalista poi direttore di produzione, Lili Tisseyre ha diretto la creazione e la gestione editoriale dei primi contenuti web per i Real Tv show del gruppo Endemol nei primi anni 2000. Laureata i...

Visualizza il profilo dell'autore

Più articoli di Arte contemporanea

PIÙ ARTICOLI PER TE

#LONDONDON The Artist Rooms of the Tate Modern è una collezione di quasi 1600 opere e presenta una serie di mostre itineranti in tutto il Regno Unito (da Dundee a Southampton). Nel 2018,…
#PARIS L'ARTE CONTEMPORANEA METTE IN DISCUSSIONE L'OSPITALITÀ.Quando due musei mettono in discussione il significato e il luogo dell'ospitalità nella nostra società, si crea Persona Grata, un incrocio tra due approcci curatoriali che si…
#PARIGI Per la sua prima mostra monografica in Francia, Simon Fujiwara presenta Revolution . L'artista inglese, 38 anni, riunisce opere e installazioni progettate in dialogo con Lafayette Anticipations, lo spazio culturale recentemente rinnovato…