Pizzo e sogni d’amore per Christine Mathieu

Vue de l'exposition "Apparitions, photographie Christine Mathieu"/Cité de la Dentelle et de la Mode Calais

Trulli
Vue de l'exposition "Apparitions, photographie Christine Mathieu"/Cité de la Dentelle et de la Mode Calais
Trulli

#CALAIS Accessorio di moda per estensione, il copricapo di pizzo è naturalmente su un oggetto comune in sé, ma c’è anche tutto ciò che si sente dietro di esso, questo richiamo all’altrove, un po’ come un sentiero della memoria, quello del passato, dei villaggi prosperi, quello dei copricapi riservati a momenti festivi o solenni.

Fino al 24 febbraio, la Cité de la Dentelle et de la Mode de Calais offre una presentazione molto bella di questo oscuro oggetto del desiderio con “Apparitions, photographie de Christine Mathieu”.

Nella galleria contemporanea che chiude il percorso delle collezioni permanenti, il museo offre un dialogo visivo tra questi preziosi copricapi, raffinate opere di pizzo poetico che invitano a viaggiare e lasciarsi andare.

L’artista ha scelto tra le collezioni pubbliche della Maison des dentelles d’Argentan, del Musée de Normandie de Caen, del Musée des Beaux-arts et de la dentelle d’Alençon o del Musée des Traditions et Arts normands de Martainville ou Granville, pezzi che ricordano tutta la delicatezza dei tappi e delle altre capsule.

Le stampe, di grande formato e in condizioni di luce scura, raffigurano bambine che indossano copricapi per le vacanze. Christine Mathieu sposta il semplice scopo di una storia della moda catturandone la complessa architettura. Senza cadere nel facile inventario che un tale tuffo nelle collezioni avrebbe potuto condurla, la sottile scenografia li fa interagire con i pezzi di pizzo integrati nell’apparecchio.

La fama internazionale delle case normanne dipende da queste creazioni di ragni e dai sogni ricamati delle manine. La ripresa diventa ancora più precisa come questo gesto sicuro della merlettaia, quando i volti sono irradiati dal bianco del cotone.

E ce ne andiamo, con il cuore commosso, potremmo inventare mille storie di incontri, mille sogni d’amore che questi oggetti hanno intrecciato nella nostra immaginazione.

 

CHRISTINE MATHIEU: LE APPARIZIONI

Fino al 24 febbraio

Città del pizzo e della moda

135 Quai du Commerce

62100, Calais

Francia

 

Christine Mathieu è rappresentata dalla Galleria Ségolène Brossette

 

Lili Tisseyre

Giornalista poi direttore di produzione, Lili Tisseyre ha diretto la creazione e la gestione editoriale dei primi contenuti web per i Real Tv show del gruppo Endemol nei primi anni 2000. Laureata i...

Visualizza il profilo dell'autore

PIÙ ARTICOLI PER TE

1 Mins.
#MIAMI Lo aveva annunciato Anthony Vaccarello, direttore artistico della casa Yves Saint Laurent. Ogni grande evento artistico vedrà un'iconografia nata dalla collaborazione tra artisti di tutti i ceti sociali e la casa, tempio…
2 Mins.
Ballerina e fotografa autodidatta, avevamo scoperto il lavoro di Luis Alberto Rodriguezl'ultimo anno alla 32° Festival internazionale della moda, della fotografia e degli accessori di moda di Hyères. La sua serie "Patina è…
2 Mins.
1. Torna all'ordine fotografico di Raphaëlle Stopin per Villa Noailles Il fuoco di un duello al sole è un ordine che mi è stato dato da Villa Noailles, su proposta di Raphaëlle Stopin.…