Première Vision Paris: incontro con Studio Cymé

Design Palmarel pour Laurou.

Design Panama pour Garnier Thiebaut

Design pour The Kooples

Studio Cymé

Studio Cymé

Trulli
Design Palmarel pour Laurou.
Trulli
Design Panama pour Garnier Thiebaut
Trulli
Design pour The Kooples
Trulli
Studio Cymé
Trulli
Studio Cymé

Catalizzatore di tendenze nel settore della moda, Première Vision Paris è una manifestazione biennale che riunisce designer e creatori di tessuti, ma anche tavole rotonde, conferenze e laboratori sperimentali che invitano la tecnologia a collaborare con l’industria della moda. In mezzo a pelle, lana e jacquard, case d’eccezione o giovani designer – il salone è un partner dellaFestival Internazionale della Moda, Fotografia e Accessori di Moda di Hyères– si trova Première Vision Designs, uno spazio unico che accoglie i designer tessili. I loro modelli ornamentali riflettono le tendenze future delle collezioni, sia nel prêt-à-porter che nell’arredamento. Motivi ornamentali o geometrici, modelli ricamati o perlati, tavole fiorite o colorate: l’unicità di ogni studio o designer si rivela in questo spazio che accoglie 220 espositori di oltre 20 nazionalità diverse. Incontreremo Cymé, uno studio di design tessile con sede a Parigi, e Agnès Denat, la sua co-fondatrice, ci parla di questo studio e della professione del design tessile.

Marlène Pegliasco: Raccontaci di Cime.

Agnès Denat: Cymé è stato creato quattro anni fa per riunire designer indipendenti. Organizzare fiere e attirare nuovi clienti può essere difficile per i giovani creatori; per le aziende, il tempo speso alla ricerca di creazioni originali richiede tempo. Così, il nostro studio riunisce un centinaio di designer indipendenti attraverso la sua piattaforma di vendita online. Al di là del nostro mercato, li rappresentiamo nei saloni o nei clienti. Offriamo produzioni uniche per aziende esigenti alla ricerca di immagini esclusive e disegni originali. All’interno dello Studio Cymé, gestisco la direzione artistica di questa comunità e, naturalmente, creo modelli.

M.P.: Come designer, come disegnate i vostri modelli?

A.D.: Un disegno è l’accumulazione di mille e una cosa! Mi avvicino alle mie collezioni cercando le mie gamme colorate, penso alle tendenze future perché lavoriamo con un anno e mezzo o addirittura due anni di anticipo. Leggo, viaggio, mostre frequenti, sovrapposizioni di appunti, coincidenze e li nutro con iconografie e materiali esistenti per creare un libro di tendenza. All’interno saranno declinati diversi temi e così, all’interno dello studio, sviluppiamo i nostri modelli a partire da questi assi di tendenza e da questi temi colorati. Al Première Vision Paris di febbraio, presentiamo circa 350 nuovi disegni che prefigurano la collezione primavera-estate 2020.

M.P.: Come lavorano le aziende al tuo progetto?

A.D.: ¨ Disegniamo a mano, ma vendiamo un file digitale pronto all’uso per l’industria, al montaggio, con colori separati e annotazioni tecniche se necessario in modo che il file possa essere utilizzato indipendentemente dal supporto finale. I modelli sono concessi in licenza con un’esclusiva di due anni per la moda e di quattro anni per i mobili.

M.P.: Lei ha appena creato La Trame – Federazione Francese di Tessile e Surface Design.

A.D: Questa Federazione è sostenuta dai rappresentanti di 7 studi di design tessile, compreso il mio. Lobiettivo di La Trame è di rappresentare, sostenere e difendere gli interessi e i diritti di tutti i designer tessili e delle superfici indipendenti. Abbiamo questioni ricorrenti specifiche del nostro settore, come la tariffazione dei servizi creativi, la gestione dei diritti d’autore e il loro trasferimento, la valutazione del know-how specifico della nostra professione, che ha deciso di creare questa organizzazione. La professione di disegnatore tessile non è molto nota al grande pubblico e i suoi attori in Francia sono pochi. Il disegno tessile interviene nel disegno, nel tessuto (tessitura, ricamo….), nei suoi processi tecnici di fabbricazione, ma non nella forma stessa di un capo di abbigliamento e, sotto questo aspetto, è spesso all’ombra di altre professioni del settore della moda. Inoltre, la maggior parte dei designer tessili lavora anche come freelance, grazie alla Federazione, ora hanno un’entità in grado di riunirli, rappresentarli, consigliarli, consigliarli e, naturalmente, difenderli. Vogliamo anche costruire ponti tra i diversi rami del settore tessile e valorizzare così la creazione francese, con la capacità di organizzare fiere all’estero, o di essere presenti raggruppando i padiglioni francesi dedicati al design tessile. Siamo già fortunati di essere sostenuti in questa iniziativa da Première Vision, dove il Trame ha il proprio stand in questa edizione! La creazione tessile francese è diversa, singolare e dobbiamo essere più visibili per mostrare il nostro know-how, le nostre esigenze e la qualità del nostro lavoro. Ogni disegno ha la firma del suo creatore ed è questa ricchezza che intendiamo evidenziare.

 

Première Vision Parigi

Dal 12 al 14 febbraio 2019

Centro Esposizioni – Parigi Nord Villepinte

93420 Villepinte

Maggiori informazioni su Studio Cymé

Maggiori informazioni sul TELEFONO – FFDTS

www.premierevision.com

Marlène Pegliasco

Laureata in Storia dell’Arte e residente a Tolone, ho creato il blog Art In Var (www.artinvar.fr) per condividere con i miei lettori le ricche notizie artistiche di questo bellissimo dipartim...

Visualizza il profilo dell'autore

PIÙ ARTICOLI PER TE

#SAINT-ETIENNE La Biennale Internazionale di Design di Saint-Etienne ha appena aperto le sue porte. Per 30 giorni tutta la città e i suoi dintorni, da Saint-Priest-en-Jarez a Firminy e Saint-Chamond, vivono al ritmo…
La serata è stata brillante come gli scintillanti ori della Repubblica sotto il quale si aggiravano gli ospiti. Nel file il Salone dei Maréchauxal Ministero della Culturaè stato tenutomercoledì 23 gennaiola serata di…
#CALAIS Mentre la settimana della moda scoppierà presto nelle strade della capitale, poiché ogni angolo di strada si trasformerà in una vetrina, vi restano alcuni giorni per colmare le lacune di pizzo e…