Art On Paper New York: tutta l’arte del disegno e della carta

Trulli
Trulli
Trulli
Trulli
Trulli
Trulli
Trulli
Trulli
Trulli
Trulli
Trulli
Trulli

#NEW YORK Nel bel mezzo di un periodo di due settimane in cui l’arte è re (ADAA The Art Show, Scope Art Fair, Armory Show), New York ospita la quinta edizione di Art On Paper, un evento che mette in evidenza le pluralità creative di questo mezzo, più che mai attuale.

Dal 08 al 10 marzo 2019, sulle banchine dell’East River, circa 100 gallerie presenteranno opere d’arte moderna e contemporanea su carta, installazioni speciali e una grafica innovativa che si concentra su come spingere i confini del lavoro su questo mezzo. Una grande parte è anche dedicata all’editoria e alla stampa. Seguendo l’esempio della sua collega francese Carta d’arte di LioneArt On Paper New York presenta la carta come un mezzo che trascende il semplice 2D per trasformare ogni disegno in una creazione significativa.

Il bordo decapato
Protagonista di primo piano nel mercato dell’arte, New York è un crocevia globale per gallerie e appassionati d’arte illuminati. Sembra ovvio che quasi la metà delle gallerie, tra cui l’Accola Griefen Fine Art, la C21 Gallery, Susan Eley Fine Art e Cheryl Hazaz, insieme ai loro colleghi degli stati vicini come la David Lusk Gallery di Memphis, la Mindy Solomon Gallery di Miami, la F.L. Braswell Fine Art di Chicago e l’e studio di Seattle. L’offerta di queste 83 gallerie americane è completata da alcuni nomi canadesi (Jones Gallery di Vancouver) e da background molto diversi come AC Contemporary Art di Buenos Aires, la giovane Nil Gallery, situata al 38 di rue Charlot nella palude di Parigi, Sim Smith a Londra, la Anna Laudel Gallery di Istanbul e la AroundSpace Gallery di Shanghai.

Progetti immersivi
Art on Paper Projects, sono anche progetti interattivi e immersivi che spingono i limiti di questo mezzo. Tra queste proposte, l’installazione di Samuelle Green concentra centinaia di migliaia di coni di carta arrotolata a mano, generalmente costituiti da libri in brossura destinati al riciclaggio o allo smaltimento. Decorano una cornice nascosta che trasforma gli spazi generalmente rettilinei in ambienti organici ed extraterrestri. Non siamo lontani dal sentirci nei meandri di una grotta preistorica.

Più in basso nella navata centrale, i Papestries di Roland Poska, in collaborazione con la Jerald Melberg Gallery, punteggiano la visita. Questo pioniere nel campo dell’incisione e della fabbricazione della carta ha cercato di estendere e superare i limiti del suo supporto. Il risultato è una serie di totem ultra colorati in pasta di cellulosa.

Dall’ingresso, accanto alla libreria, Wendy Letven ha accostato motivi e linguaggi lineari in una complessa installazione per tagliare la carta sospesa e ha esplorato la materialità della carta nell’installazione Meta Morphologies.

Art On Paper NY segna il suo posto in un mercato del disegno più rilevante che mai. Popolare tra i collezionisti, i dilettanti e le istituzioni, ma anche tra gli artisti che osano usare un nuovo tipo di manipolazione accidentale, il disegno trova qui una primordialità trasformata.

Arte su carta
Dal 7 al 10 marzo 2019

299 South Street – Molo 36

Centro di Manhattan

New York

Anteprima 7 marzo dalle 16:00 alle 22:00

Aperto dall’8 e 9 marzo dalle 11.00 alle 19.00, 10 marzo dalle 12.00 alle 18.00.

https://thepaperfair.com/ny

Marlène Pegliasco

Laureata in Storia dell’Arte e residente a Tolone, ho creato il blog Art In Var (www.artinvar.fr) per condividere con i miei lettori le ricche notizie artistiche di questo bellissimo dipartim...

Visualizza il profilo dell'autore

Più articoli di Artfair

PIÙ ARTICOLI PER TE

#NEW YORK La città che non dorme mai celebra il 25° anniversario della leggendaria fiera che si tiene da diversi anni sulle banchine dell'Hudson River West Side. Quest'anno, circa 190 gallerie di tutto…
Il formato intimo della fiera internazionale di disegno contemporaneo Paréidolie è una delle chiavi del successo di questa ambiziosa fiera che ha appena celebrato la sua 5° edizione il 1 e 2 settembre.…