Calder-Picasso: Ode luminoso al vuoto

#PARIS E’ sempre difficile attraversare l’universo di due orchi artistici che non hanno mai esposto insieme nella loro vita. E ‘a questo esercizio pericoloso che il Museo Nazionale Picasso-Parigi nella mostra “Calder-Picasso”. Due mostri sacri che si sono incrociati nei primi anni Trenta e che continueranno il dialogo che hanno iniziato oggi attraverso le rispettive produzioni. L’esplorazione del vuoto, la rappresentazione del non-spazio sarà quindi parte del loro asse di riflessione, un intenso processo intellettuale che ancora sfida le leggi fisiche per Calder o invita in modo più soggettivo, ad un viaggio introspettivo che abolisce lo spazio interpersonale tra l’autore e il suo soggetto per Picasso.
La mostra propone un percorso intellettuale e visivo attraverso il processo e la capacità dei due artisti di raccogliere la sfida di rappresentare il vuoto o il non-spazio. Nelle varie sale dell’Hôtel de Salé, le “testimonianze” di Marcel Duchamp a Fernand Mourlot, Françoise Gillot, partner di Picasso e le “riflessioni” di Picasso o Calder punteggiano il viaggio e fanno luce sulle questioni che sottendono gli approcci. Le opere che dialogano tra loro sulle pareti e nell’aria, si occupano ancor più di questo “vuoto” perché hanno tutti volumi da cui emana un’energia luminosa.

 

Calder-Picasso
19 febbraio-29 agosto
Musée National Picasso-Paris
Hôtel de Salé
5 rue de Thorigny

Lili Tisseyre

Giornalista poi direttore di produzione, Lili Tisseyre ha diretto la creazione e la gestione editoriale dei primi contenuti web per i Real Tv show del gruppo Endemol nei primi anni 2000. Laureata i...

Visualizza il profilo dell'autore

Più articoli di

PIÙ ARTICOLI PER TE

1 Mins.
#Questa è una grande retrospettiva che il Museo Prinsenhof di Delft dedica al famoso pittore del XVII secolo Pieter de Hooch (1629 - 1684). Una trentina di dipinti di De Hooch sono raccolti…
#PARIS  Con il titolo "Il sognatore della foresta", quaranta artisti si sono stabiliti nel Museo Zadkine. Dedicato allo scultore Ossip Zadkine, il museo (un vero e proprio ambiente verde nel cuore del sesto arrondissement…
#LONDRA Mentre Frieze ha appena aperto le sue porte, Albert Oehlen, un artista tedesco rappresentato dalla potentissima e "seria" Gagosian Gallery, sta rilevando la Serpentine Gallery come preludio ad una delle fiere più…