Celia Stroom: Il sinestetico ideale

Caravaggio©Célia Stroom

Picasso©Célia Stroom

Magritte©Célia Stroom

Trulli
Caravaggio©Célia Stroom
Trulli
Picasso©Célia Stroom
Trulli
Magritte©Célia Stroom
#EMERGENZA Ho scoperto il lavoro di Celia Stroom qualche anno fa durante uno spettacolo che lei ha dato in un appartamento privato. Al di là della magia dell’esperienza, sono stata subito sedotta dalla sua immensa sensibilità associata ad un altissimo livello di esigenza nell’esecuzione del suo lavoro. Gli artisti che lo accompagnano sono artisti esperti nel loro campo. Tutti i sensi sono stimolati. I partecipanti scelti per vivere queste rare esperienze sono immersi in un universo musicale di musica antica o contemporanea, un universo di canto lirico, un universo olfattivo studiato appositamente per ogni pezzo del suo repertorio e un universo visivo dove danza, set e luce si incontrano.
Célia Stroom ha studiato danza contemporanea, canto lirico e musica polifonica al Conservatorio di Parigi. Laureata in storia dell’arte e museologia, si è specializzata nel periodo medievale. L’approccio di Celia è quindi costruito e pensato. Di base a Berlino, visita regolarmente la Georgia per decifrare il rituale della “supra”, un banchetto georgiano che ha le sue origini nell’antichità greca. Ispirandosi al surrealismo e all’estetica del Bauhaus, Celia evoca nelle sue opere Le Caravage, Picasso e Magritte ma anche, più mitologicamente, la Signora con l’unicorno.
Il lavoro di Celia Stroom è stato mostrato per la prima volta in ambienti confidenziali. Anche se ora sta raggiungendo un pubblico più ampio, come nel marzo 2019 a Berlino al Theater im Delphi, ogni intervento è unico nelle modalità e nell’esecuzione, ogni volta è una “prima”.
Il concetto di opera d’arte totale è stato troppo spesso abusato. Celia Stroom non cade nella trappola e ha l’immancabile volontà di lottare per questo ideale sinestetico dove tutti i sensi sarebbero sollecitati.
Per seguire il lavoro e l’attualità de L’Oeil Ecoute, il collettivo da lei creato.

Thierry Forien

Thierry Forien è un esperto Associate Director con una comprovata storia di lavoro nell’industria di importazione (prodotti petroliferi, prodotti duri e prodotti tessili). Competenze, Negozi...

Visualizza il profilo dell'autore

Più articoli di Arte contemporanea

PIÙ ARTICOLI PER TE

Ventitré artisti sono invitati per una serie di concerti in una sala vetrata, una strada, un ponte, un hangar e un deserto, alternati a sessioni di lavoro pubblico durante la settimana. Con Eve…
Mostra in corso fino al 19 settembre - presso la Fondation Clément, centro leader per l'arte contemporanea in Martinica, Desiderio cannibale vede Jean-Marc Hunt nel ruolo di curatore, che riunisce nove artisti Guadalupiani…
Prima edizione del Festival Marée Basse a Trouville, 20 artisti evocano questo fenomeno naturale unico in Europa! Ambasciatore di Trouville, Antoine de Caulnes ama assaporare la spiaggia, fonte di costante ispirazione. Non è…