#Raccolta di foto: Robert Doisneau, Picasso e i rotoli

Pablo Picasso et les petits pains, 1953©Robert Doisneau Gelatin silver print, printed later. Image: 26 x 20 cm

Trulli
Pablo Picasso et les petits pains, 1953©Robert Doisneau Gelatin silver print, printed later. Image: 26 x 20 cm

Robert Doisneau ha partecipato alla resistenza creando carte false. Questa attività lo porta ad incontrare gli stampatori e gli editori della rivista letteraria Le Point. Quest’ultimo gli chiede di produrre una relazione su Pablo Picasso a Vallauris, che sarà pubblicata nell’ottobre 1952. Questo reportage fotografico illustra Picasso giorno per giorno e la seconda posata visibile sul tavolo della cucina non è altro che quella della sua compagna Françoise Gillot. Il maestro spagnolo vi soggiornò dal 1947 al 1954.

Questo ritratto di Pablo Picasso di Robert Doisneau può sembrare innocuo a prima vista. Dopo una lettura più sostenuta, è ovvio che il trompe-l’oeil che dovrebbe rappresentare le mani del padrone è infatti solo una successione di rulli allineati a rappresentare le dita poste sul tavolo. La fuga dello sguardo del padrone ci guida altrove, lasciando che il sotterfugio del pane si dispieghi durante la nostra rapida analisi dell’immagine.

A chi dobbiamo questa messa in scena? L’autore di questa fotografia Robert Doisneau seguace di una fotografia umanista che lascia che il momento decisivo gestisca il suo sguardo o è il pittore spagnolo, pietra angolare dell’arte del XX secolo, molto meglio in grado di giocare con le nostre impressioni ed emozioni? La messa in scena è il risultato della loro collaborazione poiché Doisneau porta rotoli che il fornaio locale ha chiamato Picassos. Li mette sul tavolo e Picasso si occupa del resto.

Robert Doisneau è una figura centrale nella fotografia umanista francese e la sua fama internazionale è dovuta ad un famoso scatto davanti al Municipio, il cui famoso bacio ha affascinato molte persone. Questa scena, che riteniamo sia stata realizzata in azione, è infatti una messa in scena del fotografo con due giovani attori innamorati. La messa in scena è infatti uno dei sotterfugi, tra gli altri, che gli umanisti sono stati in grado di adottare nel corso della loro carriera.

Conosciuto per il suo lavoro principalmente dalla vita parigina, Robert Doisneau è anche un eccellente ritrattista e la sua reputazione lo ha portato a immortalare artisti famosi nel loro studio come Dubuffet, Giacometti, Léger, Braque e Picasso, ma questa volta nella sua cucina e non nel mezzo del suo studio come André Villers o David Douglas Duncan avrebbe potuto fare. Qui siamo nel cuore della sua intimità in un interno probabilmente modesto. È più facile ritrarre un artista tra le sue tele per far risaltare il suo carattere, ma la forza di questa fotografia sta nel semplice intervento delle focacce e rivela il genio di entrambi gli artisti.

Quest’opera di Robert Doisneau fa parte della sua iconografia più famosa. Ciò che caratterizza questo particolare test è che si trova in uno stato di conservazione immacolato. Questo criterio è essenziale quando si considera una stampa di un fotografo umanista.

Nota esplicativa di 28 Vignon Street

ROBERT DOISNEAU
PABLO PICASSO ET LES PETITS PAINS, 1953
E’ un’ottima soluzione per la cucina argentica, imprimée plus tard.
Immagine: 26 x 20 cm

Più articoli di Photo

PIÙ ARTICOLI PER TE

2 Mins.
Philip Prioleau posa nudo su una base, congelato, come una scultura. E' il primo amante afro-americano di Mapplethorpe ed e' lui che suggerisce di essere rappresentato su un piedistallo. L'installazione del modello che…
#PARIS A dieci anni dalla prima sessione che ha disperso parte della collezione fotografica di Leon Constantiner a New York, Christie sta per organizzare la seconda asta a Parigi il 19 giugno. Leon…
2 Mins.
Thomas Struth è una figura chiave della fotografia contemporanea. Formatosi alla pittura da Gerhard Richter, ha poi frequentato i corsi di fotografia della coppia minimalista e concettuale Bernd e Hilla Becher alla Scuola…