#PhotoCollection: Tulipano di Thomas Struth

EINZELNE DUNKELROTE TULPE, DÜSSELDORF, 1993©Thomas Struth

Trulli
EINZELNE DUNKELROTE TULPE, DÜSSELDORF, 1993©Thomas Struth

Thomas Struth è una figura chiave della fotografia contemporanea. Formatosi alla pittura da Gerhard Richter, ha poi frequentato i corsi di fotografia della coppia minimalista e concettuale Bernd e Hilla Becher alla Scuola di Fotografia di Düsseldorf. L’influenza della famiglia Becher avrebbe lasciato il segno sui loro studenti come Andreas Gursky, Thomas Ruff, Candida Höfer e naturalmente Thomas Struth. Quest’ultimo è uno dei rappresentanti più famosi di questa corrente. Attraverso opere spesso di natura tradizionale e seriale, rivela concetti più profondi di quanto sembri a prima vista.

Nel 1990 Dieter Schwarz, allora direttore del Kunstmuseum Winterthur, chiese a Thomas Struth di fotografare le stanze dei pazienti nella nuova ala dello Spital am Lindberg, un ospedale privato. Dopo una visita introduttiva, Struth accetta questo ordine. Sebbene il team dell’ospedale abbia immaginato fotografie di strada, tipiche del suo lavoro di allora e in grado di allontanare i pazienti dal loro ambiente quotidiano, Struth ha deciso di concentrarsi su argomenti che potrebbero rappresentare delle debolezze, come i pazienti. Rappresentando paesaggi minimalisti o nature morte intense, Struth porta una diversa interpretazione del semplice studio biologico delle piante e le umanizza, i cui colori brillanti sembrano allarmanti.

“IN OSPEDALE, IL CORPO È IN UNO STATO ELEVATO, ANCHE IN STATO DI ALLARME. MI HA PORTATO A SCEGLIERE UN APPROCCIO IN CUI UN PARTICOLARE PARTICOLARE DI OGNI FIORE SAREBBE STATO EVIDENZIATO, PER ANALOGIA CON LO STATO DELLA MALATTIA, IN CUI UNA PARTE DEL CORPO DI CUI SIAMO GENERALMENTE INCONSAPEVOLI DIVENTA IL CENTRO DELL’ATTENZIONE”

FILO DI POMODORO

Questo lavoro è stato eseguito nella regione di Winterthur e in tutta la serie. Struth ha attraversato la valle della Thur, i vigneti e i terreni agricoli circostanti e gli spazi verdi dell’ospedale. Molte delle piante e dei fiori da lui fotografati sono stati trovati anche nelle immediate vicinanze dell’ospedale e in un giardino nel parco della collezione Oskar Reinhart. Diversi ritratti di fiori provengono dalle sue amiche Ingo Hartmann e Hannah Erdrich-Hartmann di Düsseldorf, clematide, tulipani, rose, fiori di ciliegio e denti di leone

Thomas Struth sottolinea che il progetto ha permesso un approccio diverso e più pittorico alla fotografia. Sperimenta con immagini parzialmente sfocate o parzialmente fuori campo e con una gamma di colori brillanti. Close-up di fiori di ciliegio, viti su un muro, grappoli di girasoli e all’interno di boschi e foreste ci conducono agli ambienti più grandi ed esotici di Nuove immagini dal paradiso che ha realizzato nel 1998.

In ognuna delle 37 stanze dell’ospedale, Struth ha appeso un paesaggio davanti al letto del paziente e due fotografie di piante e fiori dietro di esso. Queste stesse stampe hanno lasciato il loro contesto per essere inserite nelle mostre itineranti di Thomas Struth. Il libro Stanza del dente di leone, pubblicato nel 2001, riunisce tutte le opere di Winterthur.

L’artista è oggi rappresentato dalle più grandi gallerie d’arte contemporanea come la Marian Goodman Gallery, Max Heztler ed è già stato oggetto di numerose retrospettive in musei di fama internazionale. Il suo lavoro è molto ricercato alle aste e di recente ha combattuto per somme di denaro record lo scorso marzo a Londra.

 

Nota esplicativa di 28 Vignon Street

FILO DI POMODORO
EINZELNE DUNKELROTE TULPE, DÜSSELDORF, 1993

Stampa cromogenica, edizione: 7/10, Dimensioni immagine: 84 x 67 cm

PIÙ ARTICOLI PER TE

2 Mins.
Philip Prioleau posa nudo su una base, congelato, come una scultura. E' il primo amante afro-americano di Mapplethorpe ed e' lui che suggerisce di essere rappresentato su un piedistallo. L'installazione del modello che…
#PARIS A dieci anni dalla prima sessione che ha disperso parte della collezione fotografica di Leon Constantiner a New York, Christie sta per organizzare la seconda asta a Parigi il 19 giugno. Leon…
#LONDRES PhotoLondon, que abre sus puertas para su quinta edición, es sin duda una oportunidad para centrarse en la evolución de las tendencias de consumo en el mercado del arte y más concretamente…