Sospensione dell’orario al Domaine de Chaumont-sur-Loire

©Christian Renonciat

©Gao Xingjiang

©Gao Xingjiang

©Janaina Mello Landini Ciclotrama

©Ma Desheng

©Vincent Mauger

©Vincent Mauger

Trulli
©Christian Renonciat
Trulli
©Gao Xingjiang
Trulli
©Gao Xingjiang
Trulli
©Janaina Mello Landini Ciclotrama
Trulli
©Ma Desheng
Trulli
©Vincent Mauger
Trulli
©Vincent Mauger

#CHAUMONT-SUR-LOIRE #CHAUMONT-SUR-LOIRE La nuova stagione artistica del Domaine de Chaumont-sur-Loire è un viaggio d’arte contemporanea in una cornice di verde e pietra con vista sul fiume selvaggio. Dodici artisti contemporanei sono invitati ad occupare i locali per creare le tappe di un percorso poetico ideato da Chantal Colleu-Dumond, direttrice del Domaine Régional de Chaumont-sur-Loire.

Investendo l’intera proprietà, le stalle, la fattoria e gli annessi, tutti i piani del castello e scappando nel parco, il percorso di arte contemporanea di questa stagione è all’insegna del sogno e della poesia. Il tempo è una componente fondamentale in molti lavori. Il tempo è spesso sospeso, unito a nozioni filosofiche, simboliche e scientifiche con le opere di Stephane Thidet, Janaina Mello Landini….. Agnes Varda è sospesa dalla felicità, quella di Gao Xingjian si riflette in uno spazio interiore. Como Mosta-Heirt, Cornelia Konrads, Luzia Simons, Marc Couturier interpretano gli apprendisti stregoni. Hanno l’arte della materia per ingannarci come il mago Christian Renonciat che attorciglia la materia; sotto le sue dita il legno è fatto di cartone o di pile. Nel frattempo, El Anatsui erige orgogliosamente un tempio dedicato alla barca nel parco sopra il fiume, e Vincent Mauger e Ma Desheng giocano a lanciare sassi nel cortile della fattoria, uno nella piscina sul prato per l’altro.

Nella falegnameria dell’azienda agricola, Janaina Mello Landini riunisce l’architettura strutturata della galleria con forme morbide e immacolate sospese sotto veli bianchi, giocando con gli specchi. Un sistema radicale, un ragno, una pianta o una foresta albina in levitazione…..? Un intero mondo immaginario aperto dove il tempo sembra essersi fermato con un grido di dolore o di allarme sospeso.
Il tempo sembra ancora più sospeso quando scopriamo con immensa emozione le ultime installazioni proposte da Agnès Varda durante la sua vita. Inclusa una cabina totalmente solare. Un giardino di girasoli in una serra le cui pareti trasparenti sono le strisce cinematografiche di una copia del suo film “Le Bonheur”. L’ultimo desiderio di Agnes poco prima di andarsene. Estremamente commovente!

Fedele al suo universo poetico e alle sue installazioni sul tempo, erosione e instabilità delle cose, Stéphane Thidet ha progettato due spettacolari installazioni: Stones that cry, pietre sospese che piangono, pietre sospese che piangono su un pavimento di terra ocra con evocazioni univoche del deserto e There is no Darkness, una piccola vasca coperta di lenti ad acqua è disturbata dal movimento perpetuo di una lampada che strappa la pellicola vegetale e scura sulla sua superficie. Un’opera zen che ha messo in scena la lotta tra luce e buio in un ciclo infinito.
Nelle ali del castello, Gao Xingjian, premio Nobel per la letteratura nel 2000, espone i suoi paesaggi da sogno. Questi echeggiano le sue ricerche letterarie. Tra il figurativo e l’astratto appaiono paesaggi immaginari. Tra l’eredità cinese e l’estetica occidentale, ha progettato un territorio al confine tra i due mondi per dare accesso alla sua immagine interiore.

El Anatsui, da parte sua, solleva magistralmente tre barche sopra il fiume, che svolgono il ruolo di vedetta, a meno che non sia un monumento. Una cappella costruita per questo compagno dell’uomo che è la barca; un oggetto di trasporto, scoperta, scambio di conoscenze, materiali, culture, idee, persone….

Undicesima edizione di questo tour di arte contemporanea di Chaumont-sur-Loire, sempre pieno di sorprese. Più che un viaggio artistico, la proposta è un’immersione in una bolla di poesia nel cuore di un luogo storico. Un must have!
Una tappa fondamentale in questa Valle della Loira, che quest’estate celebra il 500° anniversario del Rinascimento e l’anniversario della morte di Leonardo da Vinci.

Gli artisti: Gao Xingjiang – El Anatsui – Stépahne Thidet – Christian Renonciat – Agnès Varda – Janaina Mello Landini – Côme Mosta-Heirt – Cornelia Konrads – Marc Couturier – Luzia Simons – Ma Desheng – Vincent Mauger….E
tutte le opere permanenti del Domaine. Per non parlare della nuova edizione del Festival Internazionale del Giardino.

 

Domaine Régional de Chaumont-sur-Loire
41150 Chaumont-sur-Loire

Patrice Huchet

Appassionato fin da bambino di tutte le forme di espressione artistica, ha iniziato la sua carriera nel mondo del turismo dove ha praticato la fotografia di viaggio. In seguito è entrato in unR...

Visualizza il profilo dell'autore

Più articoli di Arte contemporanea

PIÙ ARTICOLI PER TE

#NICE L'influenza del lavoro critico di Mikail Bakhtin sul proprio lavoro è qualcosa che Monster Chetwynd dichiara forte e chiaro. Troveremo quindi lo stesso appetito per la polifonia, la struttura carnevalesca dell'universo medievale…
#NICE Se c'è una tradizione scrupolosamente rispettata nell'arte contemporanea, è la tradizione di questo itinerario per i "visitatori serali" che la rete Botox (s) propone ogni anno! Il weekend del 24 e 25…
#GRAND PARIS Ogni primavera, il Salon de Montrouge mette in luce l'arte contemporanea e partecipa alla scoperta degli artisti emergenti, gli artisti di oggi e di domani. Vera testimonianza del suo tempo, la…