Un disegno….. una linea! Minoru Onoda

Minoru Onoda, 1960 © Courtesy Anne Mosseri-Marlio Galerie

Minoru Onoda, 1971 © Courtesy Anne Mosseri-Marlio Galerie

Minoru Onoda, 1975 © Estate of Minoru Onoda

Minoru Onoda, 1976 © Courtesy Anne Mosseri-Marlio Galerie

Minoru Onoda, 1976 © Courtesy Anne Mosseri-Marlio Galerie

Minoru Onoda, 1962 © Estate of Minoru Onoda / Courtesy of Taka Ishii Gallery

Trulli
Minoru Onoda, 1960 © Courtesy Anne Mosseri-Marlio Galerie
Trulli
Minoru Onoda, 1971 © Courtesy Anne Mosseri-Marlio Galerie
Trulli
Minoru Onoda, 1975 © Estate of Minoru Onoda
Trulli
Minoru Onoda, 1976 © Courtesy Anne Mosseri-Marlio Galerie
Trulli
Minoru Onoda, 1976 © Courtesy Anne Mosseri-Marlio Galerie
Trulli
Minoru Onoda, 1962 © Estate of Minoru Onoda / Courtesy of Taka Ishii Gallery

#DRAGGENDO….. Qualche giorno fa si è tenuta a Londra la prima edizione della Draw Art Fair. Questo salotto contemporaneo ha riunito molte gallerie europee che hanno presentato artisti in mostre personali. La galleria svizzera Anne Mosseri-Marlio ha scelto di presentare disegni inediti dell’artista giapponese Minoru Onoda (1937-2008). Inoltre, dal 7 giugno al 15 luglio 2019 gli è dedicata una mostra nei locali della galleria a Basilea. Un’occasione per presentare un artista quasi sconosciuto al pubblico francese, ma che è stato esposto in mostre internazionali a Tokyo e New York.

Dopo aver studiato all’Istituto di Belle Arti di Osaka, in Giappone, Minoru Onoda ha pubblicato la sua teoria dei “dipinti di propagazione” nel 1961 e ha partecipato alla 3a Esposizione Internazionale dei Giovani Artisti a Parigi nel 1964. L’artista giapponese entra poi a far parte del gruppo Gutai, un gruppo giapponese considerato uno dei più importanti movimenti d’avanguardia internazionali del dopoguerra. Fondato nel 1954 dall’artista Yoshihara Jiro, il gruppo riunisce le giovani generazioni di pittori informali e sviluppa un’arte concreta intesa nel senso di materializzazione. Minoru Onoda rimarrà fedele ai principali orientamenti del gruppo: “Vogliamo fornire prove concrete che le nostre menti sono libere. Siamo costantemente alla ricerca di nuovi impulsi che traiamo da tutte le forme plastiche esistenti. Questa ricerca formale conduce l’arte di Onoda a nuovi stili e gerarchie attraverso linee e cerchi.

I disegni inediti esposti alla Draw Art Fair sono stati realizzati tra gli anni Sessanta e Settanta. Il suo stile passa rapidamente da composizioni pittoriche architettoniche ad una singolare astrazione. Opere di piccolo formato che concentrano la ricerca del colore, del contrasto, degli effetti positivi e negativi e danno origine a forme organiche. Negli anni Settanta, Onoda esplora il rapporto dinamico tra l’uomo e il suo ambiente attraverso l’unità geometrica e la semplicità del cerchio e delle forme rotonde. Spesso si riferiva a se stesso come “colui che fa il cerchio”. Presenta l’infinita proliferazione di questa forma, che si sta dirigendo verso uno stato di perfezione, vuoto e silenzio. Una sensibilità che lo avvicina alla Op Art. Così, i suoi disegni – così come i suoi dipinti – attingono alla purezza pittorica e formale di ispirazioni universali, toccando lo spettatore in un abisso intimo e profondo.

 

Galleria Anne Mosseri-Marlio

Marlène Pegliasco

Laureata in Storia dell’Arte e residente a Tolone, ho creato il blog Art In Var (www.artinvar.fr) per condividere con i miei lettori le ricche notizie artistiche di questo bellissimo dipartim...

Visualizza il profilo dell'autore

Più articoli di Disegno

PIÙ ARTICOLI PER TE

#DRAGGENDO Nasce nel 1985 da una famiglia di maestri vetrai che le trasmettono il gusto per la storia dell'arte e per le composizioni figurative. Dopo un Master in Storia dell'Arte a Parigi I, Sarah…
#Drawing "La mia pratica dinamica si basa su un approccio ludico e inventivo ai materiali". L'arte audace di Jennifer Caroline Campbell, artista inglese che vive e lavora a Londra, si trasforma in un…
#DRAGGENDO.....E' considerato il pittore della gioia. Le sue opere colorate hanno trovato le loro fonti di ispirazione nella luce e nell'atmosfera del sud della Francia Raoul Dufy (1877-1953)vi rimase regolarmente durante la sua…