#PhotoCollection Mapplethorpe, “Phillip Prioleau On Pedestal”

Robert Mapplethorpe: Phillip Prioleau On Pedestal, New York, 1979. Image Size: 35 X 35 Cm, Edition: Of 3/10 Gelatin Silver Print.

Trulli
Robert Mapplethorpe: Phillip Prioleau On Pedestal, New York, 1979. Image Size: 35 X 35 Cm, Edition: Of 3/10 Gelatin Silver Print.

Philip Prioleau posa nudo su una base, congelato, come una scultura. E’ il primo amante afro-americano di Mapplethorpe ed e’ lui che suggerisce di essere rappresentato su un piedistallo.
L’installazione del modello che riporta le ginocchia al mento sulla base ricorda i riferimenti alla scultura ottocentesca, cara a Robert Mapplethorpe, autore di questa serie intitolata Philip Prioleau on Pedestal. Avrà l’opportunità di rappresentare il suo modello nero davanti, di profilo e sul retro, in modo che possiamo vedere la sua scultura per noi stessi. Questo desiderio di riprodurre da diverse angolazioni si riferisce anche alla fotografia etnografica infantile che dovrebbe rivelare le differenze tra le razze umane. La curvatura della schiena illustra anche le ore buie della schiavitù in America, sotto la quale molti africani hanno piegato la schiena.
L’approccio di Mapplethorpe evoca quindi un rapporto significativo che la società americana ha con il corpo nero e il culto che evoca in modi diversi.

SE FOSSI NATO CENTO O DUECENTO ANNI FA, AVREI POTUTO ESSERE UNO SCULTORE, MA LA FOTOGRAFIA È UN MODO MOLTO RAPIDO PER VEDERE, PER FARE UNA SCULTURA.
ROBERT MAPPLETHORPE

Il nudo maschile è trattato da Mapplethorpe secondo i codici estetici del classicismo greco-romano e della sua lunga tradizione omoerotica trasmessa dalla scultura. Mapplethorpe si ispira al mondo antico per le pose dei suoi modelli, ma anche per le sue nature morte, poiché riproduce busti famosi o sculture dirette come Hermes. L’obiettivo dell’artista è quello di recuperare la bellezza estrema e a questo scopo ha bisogno di rappresentare soggetti la cui plastica divina, riflesso della perfezione e della forza, può evocare le qualità del marmo.

Una mostra che si riferisce al Rodin Museum nel 2015 evocava chiaramente questo rapporto, mettendo a confronto l’opera di Auguste Rodin con quella di Robert Mapplethorpe. Questa immagine è famosa anche per essere stata inserita nel corpus del famoso Portfolio Z, che studia in modo scultoreo il corpo dei modelli neri.

Quest’anno l’opera di Robert Mapplethorpe è ricca di eventi e mostre di attualità, tra cui la recente chiusura del Museo Madre di Napoli e la mostra “Tension implicita” al rinomato Museo Solomon R. Guggenheim.
L’opera di Robert Mapplethorpe occupa oggi un posto importante nel mercato dell’arte e in particolare nel mercato della fotografia. Questi valori sono sostenuti e le sue opere sono ancora molto ricercate.

 

da Gérôme Saint-Germain per 28 Vignon Street

Robert Mapplethorpe
Phillip Prioleau On Pedestal, New York, 1979

Stampa su gelatina d’argento.
Ottime condizioni.
Dimensione dell’immagine: 35 X 35 cm
Edizione del 3/10
Firmato, datato e numerato in inchiostro nero sotto l’immagine sul recto. Titolo, data, numero e timbro di copyright sul retro. Montaggio incorporato a bordo.

Più articoli di Photo

PIÙ ARTICOLI PER TE

3 Mins.
Thomas Ruff è un fotografo tedesco contemporaneo che cerca di esplorare e sfruttare nel suo lavoro le molteplici particolarità del mezzo fotografico e le evoluzioni che sta vivendo con l'avvento della tecnologia digitale.…
#PARIS A dieci anni dalla prima sessione che ha disperso parte della collezione fotografica di Leon Constantiner a New York, Christie sta per organizzare la seconda asta a Parigi il 19 giugno. Leon…
2 Mins.
Thomas Struth è una figura chiave della fotografia contemporanea. Formatosi alla pittura da Gerhard Richter, ha poi frequentato i corsi di fotografia della coppia minimalista e concettuale Bernd e Hilla Becher alla Scuola…