La collezione Pinault al Musée des Beaux Arts de Rouen

Gilbert & George, Cry, 1984. © Courtesy of the artists © Collection Pinault

Jonathan WATERIDGE, Re-Enactment Society, 2008. © Photo Tessa Angus, All Visual Arts © Collection Pinault

Ziegler Toby, Phylogenetic fantasy, 2011 © Collection Pinault

Lynette YIADOM-BOAKYE, Uncle of The Garden, 2014. © Photo: Marcus Leith, London. Courtesy of CorviMora, London and Jack Shainman Gallery, New York. © Collection Pinault

Trulli
Gilbert & George, Cry, 1984. © Courtesy of the artists © Collection Pinault
Trulli
Jonathan WATERIDGE, Re-Enactment Society, 2008. © Photo Tessa Angus, All Visual Arts © Collection Pinault
Trulli
Ziegler Toby, Phylogenetic fantasy, 2011 © Collection Pinault
Trulli
Lynette YIADOM-BOAKYE, Uncle of The Garden, 2014. © Photo: Marcus Leith, London. Courtesy of CorviMora, London and Jack Shainman Gallery, New York. © Collection Pinault

#ROUEN ConCosì inglese! esso Museo di Belle Arti di Rouen rende omaggio ai legami storici tra la Normandia e l’Inghilterra. Ciò risuona in particolare in questo periodo di Brexit. La Collezione Pinault non è mai stata così viva in Francia. Alla vigilia dell’apertura della sua nuova vetrina nel cuore di Parigi nella Bourse du Commerce, la Collezione Pinault ha presentato, nell’estate 2018, una selezione di opere del Convento dei Giacobini e del Musée des Beaux-Arts di Rennes. Oggi, il Musée des Beaux Arts de Rouen presenta dieci opere della collezione. Dieci capolavori dell’arte contemporanea che dialogano con le opere del museo.

Attraverso le collezioni permanenti del museo, c’è uno spettacolare confronto tra i generi tradizionali della landscape art, il ritratto, la natura morta, le vanità, le scene eroiche o religiose e la loro reinterpretazione contemporanea da parte di artisti inglesi.

Il Piangere Piangere di Gilbert & George, il cui anello nero delimita le forme, il numero limitato di colori chiari (blu, verde, rosso) dà l’aspetto di un vetro colorato, a fianco a quello del vetro colorato Il giudizio finaleuna vetrata rinascimentale. Fedele al genere della vanità, Damien sete insiste sulla finitezza delle cose e della vita umana. La sua farfalla blu, Anima Oscuraaffascina perché mantiene i suoi colori scintillanti anche dopo la sua morte. L’opera su sfondo nero entra in dialogo con una natura morta di Otto Marseus van Schrieck. La Pietà de Paul friggitricecon il suo sorprendente realismo, riattiva la violenza delle rappresentazioni religiose, crocifissioni, martiri caratteristici della scultura barocca spagnola del XVII secoloe secolo. Questo Cristo torturato su una sedia elettrica chiama e mette in discussione la pena di morte. L’opera è tanto più potente nel mezzo delle rappresentazioni della tortura e della morte di Saint-André.

David Nashle cui sculture utilizzano spesso forme geometriche primitive, quadrati, cerchi, cerchi, triangoli o croci principalmente per la loro universalità, lavorano principalmente con il legno, piantato, tagliato, bruciato, intagliato. Il suo lavoro Tre croci carbonizzate (Tre Croci Carbonizzate) dialogo con un Cristo in croce del XVII secolo con i suoi colori incandescenti e la sua strana modernità. Il trittico di Lynette Yiadom-Boakye, Zio del Giardinorende omaggio all’arte del ritratto e si riferisce alla mostra il modello nero attualmente al museo d’Orsay. E in particolare a Joseph, l’uomo nero naufrago della Zattera della Medusa di Théodore Géricault, alcune delle cui opere sono visibili al museo di Rouen. Sono tutti incontri faccia a faccia che legano intimamente l’arte contemporanea con le opere classiche. Così Toby Ziegler chi si appropria dei personaggi e dei soggetti di grandi pittori antichi, o immagini tratte da Internet, è particolarmente interessato alla riproduzione e alla trasmissione delle immagini. Riusciva a trovare il suo posto solo in questa mostra.

L’opportunità di vedere opere importanti provenienti da una delle più prestigiose collezioni d’arte contemporanea del mondo prima di entrare alla Borsa di Parigi nel 2020.

 

Dal 5 giugno 2019 all’11 maggio 2020

Così inglese!

Museo di Belle Arti di Rouen

Patrice Huchet

Appassionato fin da bambino di tutte le forme di espressione artistica, ha iniziato la sua carriera nel mondo del turismo dove ha praticato la fotografia di viaggio. In seguito è entrato in unR...

Visualizza il profilo dell'autore

Più articoli di Arte contemporanea

PIÙ ARTICOLI PER TE

#EMERGENZA..... #Ho scoperto il lavoro di Michele Spanghero all'ultima edizione della Fiera d'Arte Contemporanea Artissima di Torino nell'ambito della nuova sezione dedicata al suono accolto all'interno delle OGR - Officine Grandi Riparazioni. L'artista…
#PARIGI "Make it New", ovvero la storia di un incontro, la congiunzione di due personalità, un artista Jan Dibbets e una figura del Rinascimento carolingio, Raban Maur. La BNF presenta questo strano duo…
#MIAMI Il Perez Art Museum (PAMM) ospita l'installazione American Echo Chamber di José Carlos Martinat. Il sistema artistico si interroga sulla nozione di amplificazione e rafforzamento delle idee nell'attuale panorama sociale e politico.…