Magistrale “Dinner Party” al Museo di Brooklyn

dav

Trulli
dav

#BROOKLYN Militante, intellettuale, creatrice inclassificabile, Judy Chicago è un’artista chiave nella storia dell’arte femminista degli anni Settanta. Ha co-fondato con Miriam Schapiro la Programma Arte Femminista e organizza nel 1971 la mitica mostra “Womanhouse”. Judy Chicago è più di una ricercatrice e dedica 5 anni al suo progetto più (ri)conosciuto fino ad oggi”. La cena di festa“». Celebra 1038 donne che hanno contato nella cultura in una grandiosa installazione triangolare, un tavolo allestito con piatti decorati con vulva in ceramica e ricami, tutti diversi, dal froufrouteuse Emily Dickinson al velenoso Georgia o’keefe. Un’installazione permanente da scoprire su Museo di Brooklyn.

Lili Tisseyre

Giornalista poi direttore di produzione, Lili Tisseyre ha diretto la creazione e la gestione editoriale dei primi contenuti web per i Real Tv show del gruppo Endemol nei primi anni 2000. Laureata i...

Visualizza il profilo dell'autore

Più articoli di Arte contemporanea

PIÙ ARTICOLI PER TE

#SAINT-NAZAIRE La memoria si scontra con la realtà contemporanea e le mitologie che essa evoca. Sarebbe quindi sufficiente a rendere provocatoria l'opera di Claude Lévêque. Soprattutto perché le sue installazioni procedono attraverso deviazioni…
#GRANDPARIS Ottanta artisti di diverse generazioni e pratiche si sono riuniti in una mostra per esprimere la loro identità e i cui gesti artistici modellano il tessuto di "Lifelines - una mostra di…
#LE MUY Questa anima in più che circonda un'opera si trova spesso nel luogo che la accoglie. La Venet Foundation di Le Muy, nel Var, si sviluppa nella perfezione dei cinque ettari di…