Un disegno….. una linea! Galleria dei ritratti del DNA

Carine.Brancowitz S.P.Q.R 2016 Acrylic on canvas 130X120 cm Unique Piece Courtesy of the artist and ADN Galeria

Carine.Brancowitz Contrepoison 2015 China Ink on canvas 100X80cm Unique Piece Courtesy of the artist and ADN Galeria

Abdelkader Benchamma Maquette Sculpture C 2013 Ink and markers on paper 100 x 60 cm Unique piece/ Courtesy of the artist and ADN Galeria

Abdelkader Benchamma Maquette Sculpture A 2013 Tinta y rotulador sobre papel / ink and markers on paper 100 x 60 cm Unique piece Courtesy of the artist and ADN Galeria

Pep Vidal Up to you 2019 Ink on paper Group of 6. 42,5 x 45,4 cm Unique Piece Courtesy of the artist and ADN Galeria

Trulli
Carine.Brancowitz S.P.Q.R 2016 Acrylic on canvas 130X120 cm Unique Piece Courtesy of the artist and ADN Galeria
Trulli
Carine.Brancowitz Contrepoison 2015 China Ink on canvas 100X80cm Unique Piece Courtesy of the artist and ADN Galeria
Trulli
Abdelkader Benchamma Maquette Sculpture C 2013 Ink and markers on paper 100 x 60 cm Unique piece/ Courtesy of the artist and ADN Galeria
Trulli
Abdelkader Benchamma Maquette Sculpture A 2013 Tinta y rotulador sobre papel / ink and markers on paper 100 x 60 cm Unique piece Courtesy of the artist and ADN Galeria
Trulli
Pep Vidal Up to you 2019 Ink on paper Group of 6. 42,5 x 45,4 cm Unique Piece Courtesy of the artist and ADN Galeria

#DRAGGENDO. Situata a Barcellona da quindici anni, ADN Galerie presenta artisti emergenti i cui concetti integrano questioni di attualità. Presente a fiere internazionali come Artissima o Drawing Now, torna per la seconda volta alla fiera internazionale del disegno contemporaneo Paréidolie di Marsiglia, dove vengono evidenziate le opere delle artiste francesi Carine Brancowitz e Abdelkader Benchamma e dell’artista catalana Pep Vidal.

Marlène Pegliasco: Cos’è ADN Galerie?
ADN Galerie: ADN Galerie, fondata nel 2003, è una piattaforma ibrida tra contributo culturale e mediazione commerciale. Il suo programma si concentra principalmente su produzioni ad alto contenuto intrinsecamente legate al nostro contesto artistico, storico e sociale. Al di là del suo ruolo nel mercato dell’arte, ADN Galerie si impegna a costruire relazioni internazionali di reti di apprezzamento e di forte sostegno agli artisti per i quali la galleria lavora. La politica attiva di copertura mediatica, comunicazione online e partecipazione a fiere d’arte si inserisce in una strategia professionale interamente dedicata al miglioramento delle carriere degli artisti. Nel corso degli anni, la galleria ha consolidato la sua collaborazione con istituzioni internazionali e con artisti emergenti come Mounir Fatmi, Bouchra Khalili, Carlos Aires, Bruno Peinado e Kendell Geers, creando anche una forte piattaforma promozionale per giovani talenti come Adrian Melis, Núria Güell, Marcos Ávila Forero e Iván Argote; e questo ha generato sinergie con le istituzioni (Reina Sofía, MACBA, CGAC, CGAC, La Panera, MiMA Middlesbrough, Moderna Museet, Hirshhorn, BPS22, Frankfurter Kunstverein) e alcune Biennali (Venezia, Goteborg, Salonicco, La Havana, Bucarest).
Nel 2013, ADN Galerie ha lanciato ADN Platform, uno spazio di progetto situato alla periferia di Barcellona che mira a consolidare il contributo culturale della galleria come piattaforma per progetti espositivi generati da inviti di artisti e curatori, performance e programmazione pubblica, esplorando il rapporto tra arte e società. Nel 2014, ADN Platform si è aggiudicata il premio dell’associazione “Critiques” per la migliore iniziativa per un progetto di 400 m² per consolidare il contributo culturale della galleria, che ospita tre mostre, un programma di residenza e conferenze. Abbiamo già accolto, tra gli altri, Guillaume Bijl, Peter Fend, Teresa Margolles, Allan Sekula, Mladen Stilinovic, Ahmet Ögut, Carlos Motta e l’architettura forense. Nel 2015, ADN Galerie ha anche aperto ADN Factory, un centro logistico di 200 m² adiacente alla piattaforma ADN. Questo magazzino offre spazio per lo sviluppo di grandi installazioni, sculture e opere.

M.P.: Che posto viene dato al disegno nella tua galleria?
DNA Gallery: Il disegno occupa un posto speciale nel nostro progetto di galleria. Lavoriamo con diversi artisti completamente impegnati in questa tecnica, come Virginie Barrè, Abdelkader Benchamma o Pep Vidal.

M.P.: Raccontare gli artisti esposti a Pareidolie?
ADN Galerie: ADN Galerie ha presentato per Pareidoile 2019, una selezione di disegni di Carine Brancowitz (Francia, 1972), Abdelkader Benchamma (Francia, 1975) e Pep Vidal (Spagna, 1980). La nostra proposta mira a stabilire un dialogo tra le loro diverse pratiche esplorando il rapporto tra soggetto e spazio, utilizzando l’arte come mezzo per decostruire e mettere in discussione la natura della realtà. Carine Brancowitz è un’artista francese che divide il suo tempo tra Roma e Parigi. Ha studiato illustrazione, serigrafia e litografia prima di entrare in studio di moda e incidere la sua identità artistica con pennarelli a penna, pittura e porcellana. Il suo lavoro un po’ surreale, disegnato a mano, oscilla tra dettagli accattivanti e motivi complessi, silenzi, sovrapposti a stili diversi. Un’opera è multiforme e allo stesso tempo semplicistica.
Abdelkader Benchamma impone vincoli al suo processo di creazione delicata di disegni dinamici e di eseguirli in diversi stati della materia. Gli eventi esplodono fuori pagina e sono animati dalla fusione di tecniche grafiche di stampa, incisione, paesaggio e disegno scientifico. Nelle sue scene, rivela la purezza e l’intensità delle linee per esprimere atmosfere potenti e ambigue che esplorano nozioni di realtà stabile. Benchamma usa queste varie tecniche e media per esplorare l’aspetto costruito della realtà, ispirato dalla cosmologia, dalla fantascienza, dalla letteratura e dal teatro esistenzialista.
Pep Vidal lavora con modifiche infinitesimali che si verificano costantemente in catene, sistemi infiniti e caotici, e usa i disegni come mezzo per presentare questi principi grafici scientifici in configurazioni artistiche. Contestualizzate nella burocrazia, nel processo di trasporto degli impianti dalla Spagna agli Stati Uniti, la rappresentazione ossessiva di linee, piccoli numeri casuali e potenti restringimenti in molte direzioni diverse si riferiscono a processi migratori e descrivono la casualità di una estrema e complessa sensibilità dei sistemi.

 

Galleria ADN

Carrer d’Enric Granados, 49 anni,

08008 Barcellona, Spagna

Sala Pareidolie

30 agosto-1 settembre

Marlène Pegliasco

Laureata in Storia dell’Arte e residente a Tolone, ho creato il blog Art In Var (www.artinvar.fr) per condividere con i miei lettori le ricche notizie artistiche di questo bellissimo dipartim...

Visualizza il profilo dell'autore

Più articoli di Disegno

PIÙ ARTICOLI PER TE

Ha trovato la sua strada con l'incisione e ora la completa con il disegno. Due mezzi che rivelano un universo singolare, un sognatore, da cui escono personaggi e animali immaginari. Attraverso le sue…
#DRAGGENDO Dal 30 agosto al 1° settembre 2019 si è tenuta a Marsiglia la sesta edizione della mostra internazionale di disegno contemporaneo Paréidolie. Questa fiera, che si è distinta per l'esigente selezione e…
#DRAGGENDO Nasce nel 1985 da una famiglia di maestri vetrai che le trasmettono il gusto per la storia dell'arte e per le composizioni figurative. Dopo un Master in Storia dell'Arte a Parigi I, Sarah…